Top

Slide

Vicoli d’arte

La rinascita degli angoli più nascosti del centro storico di Prato

Descrizione del progetto

Il Comune di Prato ha costruito una forte identità della città legata all’arte contemporanea, in

particolare con il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, e ha fortificato questa relazione con un importante patrimonio di opere d’arte per lo spazio pubblico come Forma squadrata con taglio di Henry Moore, Exegi Monumentum Aere Perennius di Anne e Patrick Poirier e Waterbones di Loris Cecchini. Il progetto VICOLI D’ARTE, in continuità con queste esperienze artistiche, si propone di creare nuovi spazi pubblici per il contemporaneo nel centro storico, all’interno di un contesto in cui è quasi completamente assente, sviluppando un’iniziativa di collaborazione di ampio respiro e di lunga durata, che sappia valorizzare l’identità della città legata all’arte contemporanea e insieme la sua poliedrica e multiforme comunità di artisti.

VICOLI D’ARTE è un progetto collaborativo di rigenerazione urbana e animazione territoriale con finalità di rilancio del centro storico di Prato. Nasce dalla collaborazione di Confartigianato Imprese Prato, CNA Toscana Centro, Palazzo delle Professioni, Unione Prato Imprese e Comitato Provinciale Area Pratese e si avvale dell’arte contemporanea come strumento per riscoprire e valorizzare luoghi dimenticati del nostro centro storico, in particolare i nostri antichi vicoli che spesso sono lasciati all’incuria e al degrado.

VICOLI D’ARTE si propone di realizzare un percorso d’arte contemporanea all’aperto, che unisca 10 tra i principali vicoli che si snodano tra le vie del centro storico, coinvolgendo 10 artisti del territorio pratese. Il tema scelto per questa prima edizione è LA RINASCITA.

Il progetto coinvolge un’ampia area del centro storico e mette in connessione i vicoli che vanno da Piazza Duomo a piazza San Francesco, fino a Piazza Mercatale. I vicoli individuati dal progetto sono: Vicolo del Gini, Vicolo Gherardacci,Vicolo Buonconti, Vicolo degli Arrigoni, Vicolo della Lupa, Vicolo dell’Altopascio, Vicolo del Ceppo, Vicolo della Zecca, Vicolo de Bardi e Vicolo Fior di Vetta.

Il percorso d’arte tra i vicoli sarà allestito entro il 20 dicembre e reso fruibile fino a metà giugno 2021. Dilazionato nell’arco di 6 mesi, VICOLI D’ARTE offrirà all’aperto e a un pubblico ampio, in tutta sicurezza, un’esperienza culturale-artistica unica e inconsueta, che consentirà di riscoprire percorsi alternativi alle più affollate e conosciute vie del centro storico. Nell’ultima settimana di giugno 2021 è previsto l’evento di chiusura con un’asta pubblica delle opere che si terrà in presenza presso il giardino di Palazzo Vaj e in contemporanea in modalità telematica. Il ricavato dell’asta sarà destinato a sostenere una nuova edizione dell’iniziativa. Si prevede così di riproporre VICOLI D’ARTE periodicamente coinvolgendo di volta in volta artisti differenti e nuovi vicoli, in una prospettiva di crescita dell’offerta culturale, dei pubblici coinvolti e di crescita globale per il centro storico.

 

Partner del progetto

Confartigianato Imprese Prato, CNA Toscana Centro, Palazzo delle Professioni, Unione Prato Imprese e Comitato Provinciale Area Pratese

 

Destinatari dell’iniziativa

Il progetto si rivolge ad un pubblico molto ampio con forme di coinvolgimento differenti.

  • agli artisti, alle associazioni e alle imprese culturali, che avranno il compito di sviluppare le proposte artistiche site specific per i 10 vicoli inseriti nel percorso artistico.
  • a chi vive e abita il centro storico, che dando il loro consenso per l’installazione presso le mura dei vicoli, coopereranno per la buona riuscita dell’iniziativa. Ma soprattutto saranno i primi che vivranno la trasformazione di questi luoghi e che parteciperanno attivamente al processo di valorizzazione che metterà in atto il progetto;
  • alle attività commerciali del centro storico che saranno coinvolti per la ricaduta delle azioni proposte sul territorio in termini di immagine, di presenze ed esternalità positive;
  • a tutto il pubblico partecipante che frequenta il centro storico, a cui sarà proposta un’esperienza culturale-artistica unica e inconsueta e di scoprire percorsi alternativi alle più affollate e conosciute vie del centro storico.

In generale, è possibile dire che il progetto è destinato ad essere fruito da tutta la collettività, in maniera indistinta, senza fasce di età, di provenienza né di livello di istruzione.

Il potere dell’arte pubblica è la sua capacità di condividere una riflessione con un numero ampio di persone, promuovendo il rispetto per la cosa pubblica e la riorganizzazione dei comportamenti umani.

 

Mappa dei luoghi

Il progetto coinvolge un’ampia area del centro storico e mette in connessione i vicoli che vanno da Piazza Duomo a piazza San Francesco, fino a Piazza Mercatale, creando un percorso alternativo al passaggio delle più frequentate e blasonate vie del Centro.

I vicoli individuati dal progetto sono:

  1. Vicolo dei Gini
  2. Vicolo Gherardacci
  3. Vicolo Buonconti
  4. Vicolo degli Arrigoni
  5. Vicolo della Lupa
  6. Vicolo dell’Altopascio
  7. Vicolo del Ceppo
  8. Vicolo della Zecca
  9. Vicolo de Bardi
  10. Vicolo Fior di Vetta

Per visualizzare il percorso di massima, visita https://goo.gl/maps/PYNcYNLEJJszXmAG6

 

Calendario appuntamenti

15-18 dicembre: allestimento delle opere

19 dicembre: lancio comunicazione

20 giugno: chiusura dell’esposizione

24 giugno: evento finale con asta

 

Contatti

Coordinamento e direzione artistica: Elisabetta Rizzuto 349.3663413

vicolidarteprato@gmail.com

Sito: www.vicolidarte.it